Le modalità di acquisto sono cambiate

Le modalità di acquisto sono cambiate, il Marketing no!

Content Marketing
tempo stimato di lettura: 3 minuti
“Amazon

Le modalità di acquisto sono cambiate, il Marketing no!
4.6 (92%) 10 votes

Negli ultimi 5/10 anni abbiamo assistito a cambiamenti epocali nelle modalità di acquisto da parte dei consumatori. Cambiamenti accaduti, in una buona misura, con la complicità della crisi, ma in massima parte dovuti a una evoluzione rapida e naturale della maniera di fare acquisti. È indubbio il fatto che oggi gli acquirenti ricorrano a qualsiasi canale per riuscire a ottenere i beni di cui hanno bisogno alla migliore condizione possibile.

Il problema che si pone, alla luce di questi cambiamenti, a quanti operano sul mercato è quello di intercettare questa tipologia di utenti. La quantità di chi utilizza nuove metodologie di acquisto diventa, ogni giorno, sempre più rilevante. Sia in termini numerici che qualitativi. A breve la modalità di acquisto online riuscirà a soppiantare ogni altra modalità di acquisto dei beni.

Può il marketing continuare a utilizzare gli stessi mezzi che si usavano 10/20 anni fa per soddisfare le esigenze di un mercato sempre in continua evoluzione e rinnovamento? Non può e non deve!

Il mercato sta cambiando i suoi connotati in un tempo così breve e in maniera molto rapida che rimanere al passo con i tempi è diventato un imperativo impellente.

Come sono cambiati i Clienti e le loro modalità di acquisto?

Il mercato digitale soddisfa le esigenze dei consumatori ancora prima che questi manifestino i loro bisogni. Perché l’offerta sul web è talmente vasta e differenziata che è il consumatore stesso a scegliere il canale e la modalità di acquisto preferita. Modalità verso cui viene orientato in base alla convenienza oppure alla praticità.

Fino a qualche anno fa se avessimo voluto acquistare un televisore c’era del lavoro da compiere. Magari ci saremmo messi in macchina (consumando carburante) per fare un giro presso i maggiori ipermercati di zona. Girando, avremmo potuto fare un confronto “alla buona” tra le varie offerte disponibili e, scelta la migliore, avremmo comprato il televisore.

Ora, tramite il web, è possibile girare per decine di siti (senza consumare carburante) e fare confronti puntuali e precisi sulle offerte proposte. Oggi è possibile valutare in maniera esatta tutte le caratteristiche dei prodotti a cui si è interessati confrontandoli per modello e marca. L’ acquisto è diventato consapevole e maturo e le relative modalità di acquisto sono molto più pratiche e sbrigative.

Questo è il mercato con il quale le aziende dovranno confrontarsi da qui al prossimo futuro. Pensare di trovarsi di fronte a clienti poco informati oppure inconsapevoli diventa ogni giorno sempre più lontano dalla realtà.

I Clienti soddisfatti stringono la mano

I Clienti soddisfatti stringono la mano

Come intercettare i Nuovi Clienti?

E’ fin troppo chiaro che il problema che si pone ora è quello di cominciare a intercettare questa nuova tipologia di clienti, Clienti molto informati che attingono ormai a molteplici canali per la soddisfazione dei propri bisogni. I distributori (grandi e/o piccoli che siano) dovranno integrare servizi che coloro che vendono online già forniscono. Tipo: costi di trasporto ridotti o annullati, consegna a domicilio, feedback, possibilità di poter lasciare valutazioni, servizio clienti efficiente etc.

La necessità di doversi confrontare con un mercato globale, anche e soprattutto per chi vende al dettaglio, non è una opzione. Il confronto globale è una necessità imprescindibile se si vorrà continuare a rimanere sul mercato. Se si vorrà continuare a proporre una modalità di acquisto valida e al passo con i tempi. Ovvero, in una parole, se si vorrà continuare a vendere.

Verso una nuova concezione di marketing

E’ fuori discussione che i metodi tradizionali di Marketing oggi non funzionano più. Perché sono cambiati i profili di coloro che attingono a beni e servizi e le loro modalità di approccio al processo di vendita/acquisto.

Non sto parlando di un fenomeno che riguarda chissà quale mercato di chissà quale nazione più o meno lontana. Sto parlando di quanto accade oggi, in Italia e nel mondo. O forse di quello che è già accaduto sotto i nostri occhi senza avere la consapevolezza dei cambiamenti epocali che stavano avendo corso.

Per riuscire a non trovarsi oltremodo impreparati nel prossimo futuro (più che prossimo appare davvero già arrivato) bisognerà adeguare le strategie. Così da arrivare a diretto contatto con il Cliente in maniera rapida e efficace. Le strategie perseguite fino a ora, ormai risultano essere in massima parte non più in grado di generare consensi e quindi utili. Per ritrovare quei Clienti che altrimenti ci penserà la rete a soddisfare in maniera precisa e in ogni caso e situazione.

Il Marketing deve cominciare a rendersi fluido. Capace cioè di adattarsi alle situazioni e alle esigenze dei mezzi utilizzati per la sua comunicazione.

il Marketing deve ritrovare la sua forza comunicativa e la sua consapevolezza di essere un tramite tra aziende e mercato in un universo globalizzato. Solo in questo modo riuscirà a far rivolgere verso di sé la stessa enorme attenzione che ha saputo meritarsi in passato.

[photo by Simon Matzinger – Didriks]


Paolo Pagani

FAI SENTIRE LA TUA VOCE!

Cosa ne pensi di questo Articolo? Hai un tuo pensiero in merito? Condividi quanto è stato detto oppure la pensi diversamente?
Fai conoscere agli altri il tuo parere. Inserisci il tuo commento qui sotto!
“Iscriviti

Disclaimer

Alcuni dei link riportati in questa pagina sono link di affiliazione. Questo significa che se scegli di effettuare un acquisto, la tua scelta mi farà guadagnare una commissione. Questa commissione viene data senza alcun costo aggiuntivo per te, perché sono percentuali dedotte dal guadagno del commerciante, e quindi a totale carico del venditore. E' importante comprendere che i prodotti riportati sono prodotti che io ho utilizzato e continuo a utilizzare. Se li consiglio non è solo per avere commissioni, ma perché rappresentano la solida base delle mie conoscenze e/o esperienze. In ogni caso sei pregato di non spendere soldi se ritieni di non avere bisogno dei prodotti segnalati. Oppure se non ritieni che i prodotti indicati ti possano essere d'aiuto nel raggiungere i tuoi obiettivi, di vita oppure professionali.
Aspetta! Non Correre! C'è altro da leggere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *