Come Il Content Marketing Ha Cambiato Il Business

Come Il Content Marketing Ha Cambiato Il Business

Content Marketing
tempo stimato di lettura: 3 minuti
“Amazon
Come Il Content Marketing Ha Cambiato Il Business
4.6 (92%) 5 votes

Il Content Marketing è uno strumento potente. Già da qualche anno le Aziende hanno potuto testarne tutta la sua efficacia con i fatti. I risultati ottenuti in ambito di indicizzazione hanno apportato consistenti benefici economici a chi ha adottato il Content Marketing come strategia. L’indicizzazione acquisita attraverso i contenuti ha caratteristiche di solidità e permanenza nel tempo. Caratteristiche che altri sistemi non sono in grado di fornire.
Gli investimenti pubblicitari hanno subito sostanziali variazioni dopo l’avvento del Content Marketing. Prima si investiva in pubblicità con un vasto raggio di azione. Le parole chiave da coprire erano numerose e importanti. Questo dissipava gran parte della forza dell’investimento perché bisognava suddividere il messaggio in molte aree di interesse. Creare contenuti solidi consentiva invece una copertura efficace in molte parole chiave. Le più incisive. Per il resto si continuava a sopperire alla vecchia maniera, tramite annunci. In questo modo l’investimento pubblicitario si poteva rivolgere verso le situazioni che richiedevano maggiore attenzione. Situazioni non altrimenti raggiunte dalle combinazioni già acquisite via contenuti.

Il Content Marketing Vs News Media tradizionali

Il Marketing dei Contenuti fornisce un supporto molto valido e essenziale per lo sviluppo e la diffusione del Brand. Fin dalla sua prima comparsa, qualche anno fa, è risultato subito chiaro quale potessero essere le potenzialità del Content Marketing. Le Aziende hanno cominciato a riconoscere la forza di questo metodo di diffusione dei contenuti dai risultati raggiunti. Quando chi lo ha implementato ha potuto testarne tutte le sue potenzialità. Con la creazione di contenuti robusti, per la prima volta le Aziende potevano competere alla pari con i media tradizionali. Creando contenuti ogni Impresa riusciva a attingere agli stessi metodi di distribuzione adottati dai media tradizionali. Competere su parole chiave importanti era essenziale per riuscire a trovare una propria audience di riferimento. Le Aziende cominciavano a organizzarsi per riuscire a incrementare i settori chiave da promuovere.

Efficacia del Content Marketing

Dopo una prima stagione in cui il Marketing dei Contenuti appariva più come una moda che come una effettiva esigenza, si è andati oltre. Il Content Marketing da moda era diventato ben presto uno strumento essenziale di lavoro. Massimizzare i ROI (Return On Investment) in qualsiasi settore era tutto a portata di click. Bastava ottimizzare i siti e creare contenuti che si rivolgessero verso quel particolare riferimento di keyword. L’impresa richiedeva comunque un impegno finanziario notevole, ma il Ritorno Sugli Investimenti era all’altezza dello sforzo economico eseguito.

Caratteri mobili di stampa

Caratteri mobili di stampa

Content Marketing da tattica a modello

Il Marketing dei Contenuti si è evoluto nel corso del tempo. All’inizio non sembrava essere niente di più che una tattica di marketing. Come tante altre, magari. Nel corso del tempo invece è apparso subito chiaro che non si trattava affatto di una tattica. il Content Marketing era vincente perché forniva molti risultati positivi. Si è passati quindi a considerare la Creazione dei Contenuti come un modello di marketing. Focalizzare l’attenzione dell’Azienda verso un modello di sviluppo che avesse la Creazione dei Contenuti come riferimento forniva molti vantaggi. Specialmente a lungo termine. Era finito il tempo in cui il Content Marketing veniva visto come una moda. Se ne cominciavano finalmente a apprezzare gli aspetti direttamente connessi ai profitti. Il passaggio ulteriore dal modello di marketing al modello di business appariva ormai raggiunto. Il Content Marketing “era” il business, anzi era il “core business” di riferimento per ogni Impresa. Per le sue caratteristiche e per gli obiettivi che poteva raggiungere. Integrare il Marketing dei Contenuti era una necessità per ogni Azienda.

L’aumento dell’offerta ha prodotto molta concorrenza

È già da qualche anno che nessuno mette più in dubbio l’efficacia del Content Marketing. Quindi le Aziende che ne hanno potuto testare tutto il potenziale sono cresciute. La concorrenza si è fatta sempre più estesa e quindi si è cercato di ritrovare il proprio spazio attraverso la differenziazione. Creare una propria nicchia di riferimento è l’imperativo recente che molte Imprese hanno intrapreso per continuare a mantenere le posizioni acquisite. Focalizzarsi su pochi punti, ma efficaci continuerà a produrre risultati.

Influencer e Native Advertising

Oltre alla ricerca di nicchie di riferimento, altre opzioni sono risultate praticabili per la diffusione di messaggi pubblicitari nei Contenuti. L’attenzione negli ultimi tempi si è cominciata a focalizzare sugli Influencer e sul Native Advertising. Gli Influencer forniscono una base già solida di base perché dispongono di un bacino già ampio conquistato sulla base della loro credibilità. credibilità che deve comunque essere salvaguardata. Gli articoli sponsorizzati su Blog di rilievo rappresentano una opzione sempre più in uso. I risultati ovviamente andranno commisurati sul tipo di risposta che un simile metodo potrà produrre. Quantomeno in termini di Brand Association.
Alla sponsorizzazione via Influencer si è affiancata una ulteriore forma di sponsorizzazione dei contenuti. Il Native Advertising cioè l’inserimento di messaggi pubblicitari integrati all’interno di contenuti “istituzionali” è una recente forma di evoluzione del Content Marketing.

Alberi solitari come punti nello spazio

Alberi solitari come punti nello spazio

Dalla quantità alla qualità

Da quando il Content Marketing aveva cominciato a manifestare tutta la sua efficacia, la bulimia cominciò a prendere il sopravvento. Bisognava scrivere molto per essere indicizzati. Più si scriveva, più si aveva la possibilità di essere indicizzati. Oggi il fenomeno è stato ridimensionato e dalla qualità si è passati alla qualità. Scrivere è fondamentale, ma è ancora più fondamentale riuscire a conquistare posizioni all’interno della propria nicchia di riferimento. Post mirati su argomenti strettamente di interesse sono la chiave per arrivare ai risultati sperati. Tutta la forza del Content Marketing va indirizzata laddove serve. Disperdere le forze non è utile né sensato.

Essere spietati sulla pertinenza

Il tempo del fuori tema è andato, quindi. Bisogna essere spietati sulla pertinenza di ciò che viene postato. Concentrarsi a esplorare ogni aspetto di ciò che è attinente al settore di riferimento, è la chiave di volta. Per mantenere intatta l’efficacia del Content Marketing bisogna postare a tema. Ogni idea che riguardi i contenuti deve passare il test: è in linea con ciò che i tuoi clienti percepiscono come la critical mission dell’Azienda? Se non lo è, è meglio pensare ad altro piuttosto che disperdere le risorse. Le priorità sono diventate essenziali in ogni core business che si serva del Marketing dei Contenuti per la sua espansione.


Gli sviluppi e le potenzialità del Content Marketing si sono ampliati in questi anni seguendo una linea logica di evoluzione. Immaginare cosa verrà dopo non è oggetto dell’analisi in corso. Certo è che per sperare di riuscire a continuare a utilizzare in maniera efficace il potente strumento del Content Marketing ci sarà bisogno di essere creativi. La creatività è essenziale in qualsiasi forma di business, specialmente in questo.

[Photo by Björn SöderqvistDavid SalafiaTheis Kofoed Hjorth]

Paolo Pagani

FAI SENTIRE LA TUA VOCE!

Cosa ne pensi di questo Articolo? Hai un tuo pensiero in merito? Condividi quanto è stato detto oppure la pensi diversamente?
Fai conoscere agli altri il tuo parere. Inserisci il tuo commento qui sotto!
“Iscriviti

Disclaimer

Alcuni dei link riportati in questa pagina sono link di affiliazione. Questo significa che se scegli di effettuare un acquisto, la tua scelta mi farà guadagnare una commissione. Questa commissione viene data senza alcun costo aggiuntivo per te, perché sono percentuali dedotte dal guadagno del commerciante, e quindi a totale carico del venditore. E' importante comprendere che i prodotti riportati sono prodotti che io ho utilizzato e continuo a utilizzare. Se li consiglio non è solo per avere commissioni, ma perché rappresentano la solida base delle mie conoscenze e/o esperienze. In ogni caso sei pregato di non spendere soldi se ritieni di non avere bisogno dei prodotti segnalati. Oppure se non ritieni che i prodotti indicati ti possano essere d'aiuto nel raggiungere i tuoi obiettivi, di vita oppure professionali.
Aspetta! Non Correre! C'è altro da leggere!

Rispondi