Come indicizzare un video su YouTube

Come indicizzare un video su YouTube

Social Media
tempo stimato di lettura: 4 minuti

YouTube è una delle poche piattaforme in cui è possibile guadagnare molto. Sia in popolarità, che è sempre la chiave giusta, ma soprattutto in ricavi. Non è un mistero che i video pubblicati su altre piattaforme eccetto YouTube sono praticamente a resa zero. È per questo che indicizzare un video su YouTube è una priorità per tutti: singoli o Aziende.

Certo i video pubblicati su Facebook possono far crescere la tua popolarità. Anche di molto. Ma i video pubblicati su Facebook non producono alcun risultato in termini economici. Non c’è possibilità di poter inserire la pubblicità sui video e guadagnare con le visualizzazioni.

Certo, per arrivare a ottenere riscontri economici su Youtube bisogna arrivare a fare grandi numeri. E per fare grandi numeri non basta solo pensare ai video. I video sono senz’altro importanti: è difficile dire quali siano gli inneschi che spingono su dei video rispetto a a altri. Ma è certo che è comunque possibile rivolgere delle attenzioni particolari per fare in modo di riuscire a ottimizzare al meglio i video che si caricano.

Come servirsi dei Social per fare Marketing in Politica

Come servirsi dei Social per fare Marketing in Politica

Comunicazione, Social Media
tempo stimato di lettura: 5 minuti

La Politica ha bisogno di consenso. Da sempre. Prima dell’avvento di Internet i Politici avevano bisogno di costruirsi, prima un solido consenso su base locale per poter sperare, poi, di venire eletti. I voti si prendevano perché si era conosciuti in paese oppure nel quartiere. Quindi da una anche piccola, ma solida base locale si poteva cominciare a scalare l’apparato verso l’alto. Dalla giunta locale si passava a quella provinciale e quindi, se la popolarità cresceva si poteva ambire a ruoli più importanti. Il Marketing in Politica era assolutamente inutile perché il consenso veniva dal basso delle relazioni sociali.

Oggi con la rete è tutto diverso. Il consenso si acquisisce e si mantiene online. Pensare di fare Politica oggi senza il supporto dei Social Media appare velleitario. I Politici devono essere vicini alle esigenze dei cittadini. Allo stesso modo in cui le Aziende fanno prodotti calzati sulle esigenze dei Consumatori. Il giudizio popolare oggi non è più nel passaparola oppure nel sostegno fornito dai vertici dei partiti. Oggi il sostegno proviene quasi esclusivamente dai Social.

Sapersi districare con eleganza dentro i vari Social Media non è semplice. Né facile. I Social rappresentano sempre un’arma a doppio taglio. Se da un parte possono fornirti un consenso epocale, dall’altro possono toglierti qualsiasi punto di riferimento. E stroncare qualsiasi seppur brillante carriera in poco tempo.

Quando si fa riferimento a dichiarazioni politiche, la maggior parte sono giudizi formulati sui Social Media. Si vedono telegiornali pieni di notizie riprese dai profili Facebook o Twitter dei Politici.

8 trucchi per Instagram

8 trucchi per Instagram per aumentare i tuoi follower alla grande

Social Media
tempo stimato di lettura: 2 minuti

Instagram è un oscuro oggetto del desiderio per molti, perché è un sistema che attira grandi seguaci oppure lascia indifferenti. Per farlo funzionare al meglio c’è bisogno di integrarsi in maniera efficace all’interno della comunità. E di conoscere alcuni trucchi per Instagram che faranno aumentare i tuoi follower.

Instagram è un sistema basato sulle foto. E’ vero, si possono caricare anche i video. Ma l’impatto che i video hanno nei confronti della comunità è di scarso rilievo. Instagram è nato come sistema di condivisione delle foto, ed è questa la sua forza. E quindi è sulle foto che bisogna puntare se si vuole avere successo.

Per altri social i tipi di contenuti sono pressoché illimitati: testi, foto, video, condivisioni da altri siti web. Per Instagram, invece, si possono postare solo foto e video. Questa caratteristica impone delle limitazioni molto forti quando si decide di adottare una strategia per farsi notare. E quindi per creare consenso su Instagram.

Come in ogni Social che si rispetti bisogna sempre adottare delle strategie adeguate al mezzo. Oltre che a cercare di capirne il funzionamento per riuscire a ottenere dei risultati.

Reputazione di un Brand sui Social Media distrutta

7 errori che possono distruggere un Brand sui Social Media

Branding, Social Media
tempo stimato di lettura: 5 minuti

Sono in molti a ritenere che costruire un’immagine pubblica di un’Azienda sui Social Media sia un’impresa facile. E soprattutto alla portata di tutti. Che ci vorrà mai? Basta adottare gli stessi comportamenti (o quasi) che si adottano per il sito aziendale e via! Tutto ok? Non proprio. Oggi è molto più facile che i Social procurino problemi alle Aziende di quanti in realtà ne risolvano. Costruire o consolidare l’immagine di un Brand sui Social Media richiede competenza e attenzione. Molta. Perché se si sbaglia qualcosa, e sbagliare è facile, recuperare poi diventa difficile.

Il mondo dei Social è un mondo a sé stante che va compreso e analizzato a parte. Le regole per pubblicare sui siti, essere indicizzati, etc, sono note a tutti. Le regole, invece, per partecipare ai Social cambiano a seconda del mezzo. Un’analisi approfondita dei benefici effettivi che una partecipazione può aggiungere a un Brand va sempre fatta. Perché in molti casi è meglio non essere presenti piuttosto che dare segno di scarsa partecipazione o disinteresse nel mezzo.

Ogni mezzo ha inoltre un suo linguaggio preciso che deve essere compreso appieno, se lo si vuole sfruttare al meglio. Altrimenti è un parlare a chi non può, o magari non vuole, solo ascoltare.

Aumentare le condivisioni sui Social

7 Modi Efficaci Per Aumentare Le Condivisioni Sui Social

Social Media
tempo stimato di lettura: 4 minuti

Il web richiede approvazione e consenso. Tutti hanno bisogno di approvazione per essere visibili sui tanti canali attivi in rete. Specialmente in ambito Social Media. Sui Social l’approvazione trova la sua forma di espressione “naturale” nella condivisione dei contenuti. Le condivisioni Social aiutano molto a veicolare i contenuti realizzati sul Blog e consentono di potersi relazionare con il mondo. L’audience di riferimento sui Social è sempre molto più ampia rispetto alle visite organiche che arrivano dai motori di ricerca. Specialmente per i nuovi contenuti. Ma per aumentare le condivisioni sui Social c’è bisogno di fornire quello che ritengo possa essere un contenuto “di valore”.

[Ci sono anche altri tipi di condivisioni sui Social che fanno leva sulla diffusione di notizie false oppure sull’indignazione sociale. Ovviamente non mi riferisco a questo tipo di casi perché sono situazioni al limite create e manipolate allo scopo. Il mio riferimento per tutto l’articolo sarà ovviamente per gli articoli frutto di onestà intellettuale e scritti in maniera leale.]

Per essere presenti sui motori per determinate parole chiave, gli articoli hanno bisogno di essere scansionati e indicizzati nella maniera corretta. E questa operazione richiede tempo. Essere condivisi sui Social fornisce quella accelerazione giusta per ritrovarsi in mezzo alla mischia fin da subito. Le indicizzazioni organiche servono per costruirsi una solidità sul lungo termine. Le condivisioni Social garantiscono un ottimo riscontro sul breve e immediato termine.