Audience a di presentazioni efficaci

9 Consigli Per Fare Delle Presentazioni Efficaci

Content
tempo stimato di lettura: 3 minuti

Le presentazioni sono uno strumento essenziale per ogni tipo di business. Il loro scopo è quello di semplificare la comunicazione con l’audience a cui sono rivolte. Le presentazioni possono essere utilizzate sia online, sia in seminari e incontri pubblici. Le presentazioni caricate online sono un ottimo strumento di promozione e business. Siti come SlideShare raccolgono 5 volte più audience business rispetto a Twitter oppure Facebook. Ma per richiamare attenzione bisogna che le presentazioni siano non solo ben fatte, ma eccellenti sotto ogni punto di vista. Le presentazioni efficaci sono quelle che riescono a affascinare ogni audience.

Le presentazioni ben realizzate devono lasciare il segno in coloro che le seguono. Non spingere al cambio pagina online, oppure alla noia e allo sbadiglio nell’attesa dell’oratore successivo dal vivo. Le presentazioni sono una forma di comunicazione essenziale che va compresa e sviluppata con accuratezza. Ogni aspetto deve essere curato per ottenere l’attenzione degli altri. Sia in termini grafici che nei contenuti.

Le presentazioni possono essere utilizzate per vari fini e necessità. Le presentazioni possono coprire ogni area di interesse aziendale, come illustrazione e/o promozione del proprio business oppure di prodotti etc. Le presentazione efficaci devono essere significative. Sia che si pensi alla promozione del proprio business oppure dei propri prodotti. Per la spiegazione di ogni aspetto, dal core business alla mission aziendale che sia, bisogna essere persuasivi.

Pop-Up Intrusivi da penalizzare?

Google Penalizzerà I Pop-Up Intrusivi

Content
tempo stimato di lettura: 2 minuti

L’usabilità è uno dei parametri fondamentali capaci di garantire una esperienza universale a chiunque acceda a internet. Fino a qualche anno fa l’usabilità era un autentico miraggio. Adattare un sito o un tema per renderlo compatibile con i dispositivi mobili richiedeva molto impegno e conoscenza. Non tutto rispondeva alle intenzioni come avrebbe dovuto. La correzione dei problemi per migliorare l’esperienza degli Utenti era un processo che necessitava di conoscenze in costante evoluzione. Oggi è possibile affermare che il problema è stato risolto e superato. La stragrande maggioranza dei siti web (oltre l’80%) risponde in maniera ottimale all’accesso in mobilità. Seppure qualche problema ancora rimane. Specialmente per ciò che riguarda i Pop-up intrusivi.

Google ha annunciato la scorsa settimana un cambiamento rilevante di algoritmo. L’azienda non è nuova ai cambi di algoritmi. Avvengono con una certa regolarità. I cambiamenti vengono annunciati sempre con un certo anticipo per dare il tempo a chi realizza siti web di potersi adeguare in tempo. In molti casi i cambi sono relativi al miglioramento dell’usabilità dei siti via mobile. L’intento alla base del prossimo cambio di algoritmo servirà a ottimizzare l’esperienza di chi accede alla rete con i dispositivi mobili. E a porre rimedio al fenomeno dei Pop-Up intrusivi.

Perché Il Sito Aziendale Deve Essere Sempre Il Centro Della Tua Presenza In Rete

Content
tempo stimato di lettura: 1 minuto

Nell’era del web sociale sono in molti a ritenere che la semplice partecipazione a un social scelto a caso (Facebook in massima parte e per qualche snob anche Instagram tutto sommato va più che bene allo scopo) possa soddisfare in maniera adeguata ogni bisogno di rappresentanza aziendale di cui avere necessità. Questo atteggiamento comporta la relegazione del proprio personale sito web alla sola e scarna funzione di vetrina (anche se del tutto scadente va bene).

Il modello Hub&Spoke

In realtà è l’esatto contrario: [inlinetweet]il sito web deve essere al centro di ogni attività che si intende intraprendere in rete[/inlinetweet], sia in ambito aziendale che per scopi personali.

Il modello di riferimento a cui ispirarsi è il cosiddetto Hub&Spoke, in cui [inlinetweet]al centro di ogni azione generata sul web c’è il sito web come elemento di riferimento principale[/inlinetweet] che deve trovare la sua rete di connessione e condivisione attraverso le altre infinite reti di collegamento (social o meno, Facebook o Instagram che sia).

Perché distribuire contenuti connessi è la chiave per il successo

Content
tempo stimato di lettura: 2 minuti

La maggior parte dei siti web aziendali non soddisfano le esigenze di coloro che navigano. Per un semplice, banale motivo: sono siti monotematici.

[Del resto come potrebbe essere altrimenti visto che si tratta di siti rappresentativi che pubblicizzano l’attività è i prodotti di una sola azienda?]

Gli utenti in rete sono sempre alla costante ricerca di contenuti di vario tipo e di genere differente. Per trovare del pubblico disposto a ascoltare, bisogna ampliare sempre i contenuti e aggiornarli in maniera costante. Oppure bisogna trovare forme espressive diverse (Social) che riescano a tenere viva la curiosità dei navigatori. Così da farli tornare regolarmente a fare visita al sito.