Lampadina per un Brand che si ricordi

4 modi per realizzare una strategia di Brand che si ricordi

Branding
tempo stimato di lettura: 3 minuti
“Amazon
4 modi per realizzare una strategia di Brand che si ricordi
4.5 (90%) 4 votes

Quante volte ti sarà tornato in mente quel motivetto che ti riporta a uno spot preciso senza che ti ricordi del Brand che l’ha prodotto? Creare dei meccanismi mentali tali che facciano ricordare almeno un aspetto di un Brand è essenziale. La costruzione di immagini mentali è un processo che genera connessioni. E le connessioni sono tutto nelle esperienze ultra-sollecitate di coloro che vivono la contemporaneità in maniera intensa. Promuovere e fare Marketing significa sempre creare un Brand che si ricordi. Innescare un meccanismo tale che faccia tornare in mente qualcosa relativo a un Brand è tuttavia un’operazione complessa da realizzare.

Negli Individui le esperienze generano ricordi. E i ricordi vengono utilizzati da tutti nella vita quotidiana per confrontarsi con la realtà del presente. I ricordi sono il metro di paragone con il quale si misurano le esperienze del presente.

Le esperienze più significative, belle o brutte che siano, generano dei ricordi indelebili. I ricordi indelebili resistono al passare del tempo e al cambiamento delle situazioni di vita. I ricordi vengono riportati in superficie da associazioni di idee. Le associazioni di idee corrispondenti ridestano i ricordi dal torpore della memoria entro il quale sono stati relegati.

Al di là dei meccanismi psicologici alla base del processo di registrazione di un ricordo, per il Marketing è fondamentale riuscire a generare associazioni di idee efficaci. Associazioni mentali che facciano tornare in mente “qualcosa”. A patto che il “qualcosa” da ricordare abbia a che fare con il Brand da promuovere (Brand-recalling). Per creare un Brand che si ricordi bisogna innescare un meccanismo mentale ben preciso. Meccanismo che consenta di connettere, in maniera istintiva, il ricordo al Brand.

Ricordi di una foto vintage

Ricordi di una foto vintage

Lo scopo di ogni campagna di Marketing, è quella di costruire almeno un’immagine mentale che resti impressa. A prescindere da tutto e perfino dallo strumento utilizzato.

Riuscire a iniziare quel circolo virtuoso che produce una immagine mentale ben definita è difficile. Specialmente nell’era della sovraesposizione mediatica della rete. Ognuno di Noi visualizza e elabora migliaia di informazioni in serie in poco tempo. Riuscire a trovare qualcosa di particolare capace di emergere dal resto del caos è davvero un’impresa complessa.

La costruzione di un Brand che si ricordi è essenziale. Lo è tanto più per chi apre una nuova Impresa. Chi arriva su un mercato già saturo deve trovare ogni modo per riuscire a emergere. Elevarsi sopra la sovrabbondanza di messaggi che investono il Consumatore in ogni momento della sua giornata è la chiave per ottenere risultati verificati.

Studiare strategie mirate che riescano a catalizzare l’attenzione su un prodotto oppure una marca è di fondamentale importanza.

1. Costruisci delle partnership strategiche

Costruire delle alleanze commerciali è essenziale. Specialmente per chi ha bisogno di un’esposizione efficace, rapida e duratura.

In ambito locale la costruzione di un partenariato potrebbe essere una operazione relativamente semplice. Si tratta di trovare un’attività collegata che voglia scambiare il proprio marchio in previsione di un ulteriore scambio di servizi.

Se sei un sarto che realizza abiti su misura, chiedere uno scambio di cartelli informativi con una merceria non appare un’operazione difficile da realizzare. In fondo si tratta di ambiti simili con una clientela non corrispondente, ma supplementare. Io acquisto i bottoni da te e se un qualche tuo Cliente vuole un vestito, me lo mandi da me.

Nelle situazioni online la ricerca di un partner potrebbe essere ugualmente facile. Sempre che si riesca a mantenere un buon livello della qualità dello scambio. Scambiare tanto per scambiare non ha mai senso, ma un’offerta corretta capace di integrare i servizi reciproci, appare alla portata di tutti.

Doni particolari

Doni particolari che rimangono impressi

2. Distribuisci omaggi gratuiti all’altezza di un Brand che si ricordi

Anche quella degli omaggi gratuiti è una strategia che può pagare. L’importante è riuscire sempre a proporre qualcosa che non vada a finire nell’immenso bidone degli omaggi inutili fini a sé stessi. Di penne e calendari è ormai pieno il mondo. La ricerca di un omaggio gratuito deve essere sempre finalizzata alla sua originalità e singolarità.

Un oggetto di artigianato locale potrebbe essere un buon incentivo. Oppure un prodotto tipico locale non deperibile. Proporre un oggetto il cui valore può essere riconosciuto da tutti, è la chiave per un Brand che si ricordi.

Ogni omaggio deve lasciare il segno su coloro che lo riceveranno. E far maturare loro la consapevolezza di aver ricevuto un dono elegante e prestigioso. Anche una ricetta esclusiva consegnata online potrebbe fare al caso. Oppure un video con i consigli su come realizzare un sugo perfetto. Tutto pur di essere originali e significativi.

3. Realizza uno slogan incisivo

La realizzazione di uno slogan che accompagni la crescita di un Brand è essenziale. Ci sono slogan che resistono nel tempo in maniera impressionante e che alimentano la fama di Brand che si ricordi. Lo slogan è la maniera più immediata che un consumatore ha di ricordarsi di un marchio.

Chi non si ricorda di “Chi mi ama mi segua” oppure di “Così tenero che si taglia con un grissino”? Gli slogan efficaci producono associazioni di idee che durano nel tempo.

Essenze e profumi

Essenze e profumi per esperienze multi-sensoriali

4. Realizza campagne esperenziali (multi-sensoriali)

Il Marketing esperenziale è un marketing che si basa sulle esperienze per creare connessioni. Le connessioni create tramite esperienze multi-sensoriali risultano essere molto più solide e vantaggiose rispetto alle altre forme tradizionali di approccio al Cliente.

Il Cliente si ricorderà meglio di un Brand quando si creerà un collegamento emotivo con il Brand stesso. L’esperienza sensoriale può investire uno oppure più sensi contemporaneamente.

Collegare l’aroma di un caffè a una specifica marca che ha distribuito un kit aromatico gratuito, può essere fattibile.

Cercare di coinvolgere l’esperienza sensoriali dei potenziali Clienti significa trovare un riferimento solido radicato nel ricordo.

Investire l’esperienza sensoriale vuol dire investire la parte più profonda del meccanismo che genera il ricordo.

In conclusione…

La ricerca di meccanismi che riescano a creare un Brand che si ricordi è essenziale ai fini dell’efficacia di una Promozione. Immediata o duratura che sia.

Se si penetra nel meccanismo che conduce alla generazione di un ricordo, si dispone di uno strumento molto forte su cui poter fare leva in ambito di Promozione.

[photo by Klara KopfJosie ElderslieAmy Rosshslo]

Paolo Pagani

FAI SENTIRE LA TUA VOCE!

Cosa ne pensi di questo Articolo? Hai un tuo pensiero in merito? Condividi quanto è stato detto oppure la pensi diversamente?
Fai conoscere agli altri il tuo parere. Inserisci il tuo commento qui sotto!
“Iscriviti

Disclaimer

Alcuni dei link riportati in questa pagina sono link di affiliazione. Questo significa che se scegli di effettuare un acquisto, la tua scelta mi farà guadagnare una commissione. Questa commissione viene data senza alcun costo aggiuntivo per te, perché sono percentuali dedotte dal guadagno del commerciante, e quindi a totale carico del venditore. E' importante comprendere che i prodotti riportati sono prodotti che io ho utilizzato e continuo a utilizzare. Se li consiglio non è solo per avere commissioni, ma perché rappresentano la solida base delle mie conoscenze e/o esperienze. In ogni caso sei pregato di non spendere soldi se ritieni di non avere bisogno dei prodotti segnalati. Oppure se non ritieni che i prodotti indicati ti possano essere d'aiuto nel raggiungere i tuoi obiettivi, di vita oppure professionali.
Aspetta! Non Correre! C'è altro da leggere!

Rispondi