Come riconoscere un Influencer

Come riconoscere un Influencer (quando ne incontri uno)

Social Media Marketing
tempo stimato di lettura: 4 minuti

Molto del business web contemporaneo comincia ad appoggiarsi sul mercato degli Influencer. O presunti tali. L’Influencer è il nuovo maître à penser contemporaneo, il personaggio capace di persuadere un gran numero di persone solo con la forza delle proprie opinioni. È una gran cosa per chi cerca una pubblicità che riesca a proporsi in maniera organica. Ma non tutti gli Influencer riescono effettivamente a fare seguito. Imparare a riconoscere un Influencer è essenziale per riuscire a fare business in rete. Nella maniera in cui il business va fatto.

Girando per il web, è facile imbattersi in Influencer di tutti i tipi. Ogni Social ha i suoi Influencer e ogni Social fa più o meno leva sugli Influencer per costruire il suo business. Perché gran parte degli Influencer acquistano annunci pubblicitari a pagamento per mantenere alto il loro livello di notorietà pubblica.

Ci sono Social i cui Utenti rispondono meglio ai consigli degli Influencer e altri che non rispondono affatto. Instagram è in cima alla lista dei Social che tengono in molta considerazione l’opinione degli Influencer. Gli altri seguono.

Far funzionare la pubblicità sui Social Media

Come far funzionare la pubblicità sui Social Media

Social Media Marketing
tempo stimato di lettura: 1 minuto

Sembrerà strano ma la pubblicità sui Social Media non funziona come ci si aspetterebbe che funzioni.

La pubblicità tradizionale, basata sull’associazione di un messaggio a un prodotto non va così bene in rete. Se vuoi pubblicizzare un prodotto all’interno di un Social deve comprenderne il funzionamento. Il messaggio veicolato deve essere integrato nei contenuti oppure caricato di un significato diverso. Significato più ampio rispetto a quanto sei abituato a fare quando si opera con altri mezzi.

Il messaggio pubblicitario sui Social Media deve essere reso consono all’ambiente che lo circonda.

Sui Social funzionano le cose da Social, non la pubblicità.

Ogni Social è diverso dall’altro. Applicare su Twitter regole che funzionano su Facebook potrebbe rivelarsi un errore.

12 regole per far funzionare al meglio il Marketing sui Social Media

Social Media Marketing
tempo stimato di lettura: 3 minuti

Ogni linguaggio ha le sue regole. Così accade anche per i Social Media. Ogni Social ha le sue consuetudini dettate dal modo in cui gli utilizzatori lo adoperano. Per poter fare Marketing sui Social Media bisogna imparare a conoscere i meccanismi che sono alla base dell’interazione.

Capire come gli Utenti interagiscono è essenziale. Riuscire a far arrivare un messaggio all’interno di un Social è un’operazione da programmare con cura.

Usare al meglio i singoli Social richiede una comprensione dei meccanismi utilizzati dagli Utenti iscritti al network.

Forzare il linguaggio dei singoli aggregatori non porta risultati degni di nota.

Come mettere il turbo al tuo profilo LinkedIn

Come mettere il turbo al tuo profilo LinkedIn

Social Media
tempo stimato di lettura: 3 minuti

LinkedIn è un enorme strumento per il business. Tra tutti i Social Media è l’unico specificamente orientato alla creazione di profili professionali. Per questo LinkedIn è lo strumento numero 1 per chi vuole proporsi sul mercato del lavoro come professionista. E per avere credito nell’ambito professionale bisogna che le informazioni inserite siano efficaci e soprattutto opportune. L’errore più comune che si commette nel momento in cui si decide di affidare tutta la propria credibilità professionale in rete, è quella di creare un profilo LinkedIn del tutto inefficace.

LinkedIn è differente da tutti gli altri Social Media. Mentre su altri Social “apparire” è sempre più importante di tutto. Su LinkedIn invece è “essere” che conta.

Su LinkedIn è inutile creare profili che non riportino tutte le tue effettive competenze. Oppure profili in cui ti assegni competenze che non possiedi. Anche perché online, smascherare tutto è più facile di quanto si pensi.

Oltre il fatto che proporti per competenze che non possiedi sarebbe un errore molto grave. Se dici di essere un bravo pizzaiolo e poi alla prova dei fatti non sai come far lievitare un impasto, non fai un favore a te stesso.

Come scrivere articoli online

Scrivere Articoli Online: 12 Errori Frequenti Da Non Commettere

Blogging
tempo stimato di lettura: 6 minuti

La scrittura di un post appare essere una operazione abbastanza semplice. Almeno in apparenza. In fondo si tratta di mettere una parola accanto all’altra. Più o meno. La speranza è che alla fine la somma delle parole componga i paragrafi e la somma dei paragrafi produca l’articolo. Automaticamente e magicamente. Tutto sommato, scrivere articoli online non sembra essere così difficile!

Purtroppo non funziona in questo modo. Quando si decide di scrivere un articolo bisogna essere capaci di saper creare un piccolo universo. Un universo fatto di pianeti, sistemi solari galassie e quant’altro. Un post è un sistema articolato in ogni singolo elemento che lo compone deve essere collocato al posto giusto.

Sono in molti a credere che basti avere un computer e una linea internet per scrivere l’articolo della storia di internet. Non è così. Sono molte le raccomandazioni che bisogna tenere in mente quando si scrive un articolo.

Per fare la storia, poi, ci sarà tempo. Per tutti.